Il responsabile del settore giovanile della Sicula Leonzio Massimiliano Borbone ha affidando al sito ufficiale della società il commento sulla sospensione definitiva dei campionati giovanili professionistici come disposto dalla Figc e dalla Lega Pro.

La sospensione dei campionati è stata la scelta più opportuna come testimoniano le difficoltà legate alla ripartenza dei campionati maggiori. Diventa per noi interesse primario la tutela della salute dei giovani atleti. Ci sono aspetti che rimarranno in sospeso: i ragazzi non completeranno il protocollo di lavoro stabilito a inizio di stagione, anche se cerchiamo di ottimizzare individualmente il lavoro consapevoli che i risultati non saranno gli stessi.  L’aspetto fondamentale è che non si interrompe la programmazione sulle prospettive dei nostri ragazzi. Non possono essere due mesi di lavoro a far cambiare il nostro pensiero, soprattutto per la Berretti, dove i nostri tesserati sono prossimi ad un passaggio fondamentale per le loro carriere sportive e per le loro prospettive. Oggi le idee sono chiare su chi può intraprendere un percorso in ottica di prima squadra piuttosto che andare a fare esperienze in serie dilettantistiche”. 

Borbone ha commentato poi la stagione conclusasi anzitempo e le prospettive future: “Il bilancio è sempre positivo e sempre soddisfacente. La crescita c’è stata e il lavoro fatto è una continuità rispetto ai primi due anni di gestione. La differenza, in positivo, è l’aumento della qualità dei nostri tesserati: tanti sono stati aggregati con la Rappresentativa di Lega Pro e hanno provato con società importanti prima del blocco delle attività. Anche in questi giorni qualche ragazzo è monitorato da società di prima fascia. Futuro? Viviamo questo momento con l’attesa di capire quello che succederà, con grande attenzione verso la salute di tutti i ragazzi. L’augurio è di mettersi alle spalle questo momento quanto prima”.