Seconda vittoria di fila per la Sicula Leonzio Women nel Girone D della Serie C femminile. Le ragazze allenate da Peppe Scuto hanno battuto per 3-2 il Salento Women Soccer nella gara disputatasi questo pomeriggio allo stadio “San Gaetano” di Belpasso.

Le bianconere devono fare a meno di Beatrice Vitale, la cui assenza viene supplita al meglio dalle compagne. Prima parte di gara nella quale le due formazioni si studiano a lungo senza creare veri pericoli con una netta predominanza territoriale delle padrone di casa. Il primo squillo delle leontine arriva al 20’, quando Martella recupera palla sulla trequarti ed imbecca Ndiongue, il cui tiro a giro viene deviato in angolo dall’estremo salentino. Pochi istanti dopo sono le ospiti a farse pericolose con una palla messa in area dalla sinistra da D’Amico che attraversa lo specchio della porta venendo deviata in angolo. Sugli sviluppi del corner è proprio la D’Amico a trovare il varco giusto in area per lo 0-1. Le  leccesi si rifanno vive alla mezz’ora, sprecando uno spiovente in area da punizione, deviato sul fondo. Due minuti dopo arriva il meritato pari bianconero. Irene Martella riceve palla sulla trequarti e fulmina la salentina Raicu con un tiro stupendo. Il Salento raddoppia sullo scadere dei primi 45’ con una punizione di Costadura che batte Aleo.  Si va negli spogliatoi sull’1-2 per le ospiti.

Al rientro in campo Scuto lascia fuori Di Mauro ed inserisce Priolo. La Sicula ricomincia a premere sulle rivali ed al 6’ guadagna un calcio di rigore con l’irresistibile serpentina in area di Marem Ndiongue. Dal dischetto è la stessa Ndiongue a calciare con freddezza per il 2-2. Nei minuti seguenti  fuori Agati per Salvoldi, per dare ancora più gamba alla mediana. Mister Scuto deve però cambiare i propri piani al 32’, quando Finocchiaro guadagna anzitempo gli spogliatoi per una reazione scomposta. In dieci, però, le leonesse non perdono la calma ed al 40’ trovano il vantaggio, ancora con Martella che dal limite dell’area sigla il 3-2.  Negli istanti successivi gli animi si agitano. L’arbitro espelle la leccese D’Amico ristabilendo la parità numerica. Sul finale la Sicula potrebbe rimpinguare il bottino con una generosa Ndiongue che calcia dal limite esaltando la reattività del portiere ospite.

Nel post partita arriva l’analisi di mister Peppe Scuto: “La partita ce la siamo complicata da soli con i troppi errori individuali, ma nonostante tutto abbiamo lottato senza mai mollare ed alla fine le ragazze sono state premiate, perché la vittoria ci sta tutta e forse è persino stretta. Abbiamo vinto contro un grande avversario che ha grandi giocatrici a disposizione, però oggi abbiamo meritato noi. L’innesto di Ndiongue? Marem fa sempre la differenza anche quando gioca al 50%, come oggi. E’ naturale che la squadra cresca col passare delle settimane perché è un gruppo giovane che può solo migliorare. E’ il bello di poter lavorare con le giovani. Un grazie va al Presidente Leonardi, che ci ha messo a disposizione questo gruppo fantastico di ragazze, così come a Massimiliano Borbone e Martina Costa che ci stanno vicini”.

Non nasconde la propria felicità Irene Martella: “Sono felicissima perché volevo vincere e volevo il gol, quindi meglio di così non si può. La squadra si fida di me  nei momenti complicati ed è fantastico. Siamo andate due volte sotto, ma ci siamo guardate negli occhi ed abbiamo detto di fare con calma il nostro gioco. I risultati si sono visti. Adesso arriva Palermo. Con loro abbiamo un conto in sospeso, le aspettiamo di nuovo qui al “San Gaetano”.

 Tra le protagoniste del match c’è anche Marem Ndiongue: “E’ stata una partita dura. Il caldo e la stanchezza si sono fatti sentire. All’inizio siamo partite un po’ timorose, ma nel secondo tempo abbiamo giocato come sappiamo. Abbiamo preso due reti per errori nostri. A fine primo tempo ho detto alla squadra che avremmo vinto la gara se ci fossimo concentrate un po’ di più. Lo abbiamo fatto ed abbiamo portato il risultato a casa . Per la sfida con Palermo dovremmo prepararci più mentalmente che fisicamente perché sarà una gara dura, ma sono sicura che faremo bene”.

 

 

TABELLINO

 SICULA LEONZIO WOMEN: Aleo; Pietrini, Di Stefano,  Signorelli; Agati (dal 21’ st Salvoldi), Suriano, Martella, Finocchiaro, Di Mauro (dal 1’ st Priolo); Ndiongue, Pennisi (dal 34’ st Sarao). All: Scuto

 A disposizione: Puglisi, Militello, Russo Ma., Russo Mo., Chirico, Miraglia

 

SALENTO WOMEN SOCCER: Raicu; Sozzo, Felline, Orefice (dal 42’ st Aprile) , Costadura, Coluccia (dal 41’1t Durante), Tirabassi (dal 15’ st Ouacif), Cucurachi, Cazzato, Colavolpe, D’Amico. All: Indino

A disposizione: Errico, Carrafa, Vimi,

Reti:  D’Amico (SL) 25’ 1t; Martella (SI) 32’ 1t; Costadura (SL) 44’ 1t; Ndiongue (SI) 6’ st rig; Martella (SI)  40’ st

Ammoniti: Pietrini e Priolo (SI); Cucurachi (SL)

Espulsi: Finocchiaro (SI); D’Amico (SL)

Arbitro: Lenti di Paola (CS)

 

Classifica Girone D/Serie C: Sicula Leonzio Women 6; Pescara CF, Aprilia, Pomigliano e Sant’Egidio 4; Salento, Apulia, Catanzaro e Chieti 3; Free Girls 2; Ludos Palermo e Dream Team 1; Real Bellante e Roma Decimoquarto 0.